Categorie Blog

Archivio blog

Come scelgo i prodotti?

Come scelgo i prodotti?

Questa è la domanda che ci viene rivolta più spesso. Ipotizziamo di avere un budget illimitato (ahimè, sarebbe bello di questi tempi): l'ideale sarebbe acquistare diverse tipologie di prodotti in modo tale da offrire un range di protezione più ampio. Vediamo di spiegarci meglio.

Nel panorama dei prodotti antizanzare i prodotti insetticidi o repellenti sono i più diffusi e sono quelli che agiscono nell'immediato: il nostro cliente medio, infatti, è esasperato dalle zanzare e quando ordina da noi è perchè vuole risolvere il problema da subito, non dopo settimane o mesi. Pertanto i prodotti a base chimica sono i più efficaci perchè tengono lontane le zanzare. Ovviamente anche qui i prodotti non sono tutti uguali: esistono prodotti più blandi (come il fiore di piretro) oppure prodotti più potenti (come l'esbiotrina). Maggiore è la concentrazione di principio attivo maggiore sarà l'effetto repellente. In merito alla salute, i repellenti per esterni sono sicuramente meno dannosi rispetto ai vari prodotti per interno: la tossicità di un prodotto infatti è data dalla sua concentrazione, quindi è facile immaginare che un prodotto sia più pericoloso se erogato in una stanza piuttosto che all'aperto.
I vari zampironi et simila lasciateli perdere: costano poco, ma offrono anche poco in termini di protezione, quindi saranno soldi buttati via.
Il prodotto repellente più potente sul mercato lo potete trovare qui

Da qualche anno a questa parte stanno prendendo sempre più piede le trappole antizanzare: sono strumenti di bonifica che, al contrario dei repellenti, attirano le zanzare per catturarle ed evitare che si riproducano nell'area locale. Le trappola antizanzare sono la normale evoluzione dei vecchi friggi-zanzare: questi ultimi infatti attiravano le zanzare solo con la luce UV, mentre le moderne trappole utilizzano un sistema di attrazione che simula la presenza di un umano: anidride carbonica, calore, umidità e sudore. Le trappole antizanzare non sono altro che sistemi elettro-meccanici che utilizzano un attrattivo per attirare le zanzare da lontano ed una ventola per aspirarle al loro interno: il funzionamento è semplice, ma l'efficacia è altissima. A differenza dei repellenti le trappole antizanzare non risolvono il problema delle zanzare subito: per avere risultati visibili è necessario attendere qualche settimana, per far sì che la poplazione locale di zanzare femmina (le uniche che pungono) si abbassi. Sul mercato esistono diversi tipi di trappole, ed anche qui vale il motto "chi più spende meno spende": le trappole da qualche decina di euro saranno solamente dotate di luce UV e di una ventola, ma il loro effetto attrattivo sarà veramente basso. Salendo di budget si trovano trappole decisamente più efficaci (ad es. la Trappola Universale o Universal Trap): la manutenzione è minima (sostituzione regolare dell'attrattivo), ma i risultati sono esponenziali rispetto alle trappole più piccole. Tuttavia anche queste trappole non possono nulla contro le trappole antizanzare alimentate dalle bombole: queste ultime infatti producono anidride carbonica a partire dalla bombola (GPL o CO2) e sono in grado di attirare un numero di zanzare decine di volte superiore alle trappole che non usano bombole. Anche il costo però è importante: dai 500,00 Euro in su e la manutenzione si attesta su 80,00-100,00 Euro/mese.

Quindi cosa acquistare? L'ideale sarebbe acquistare sia una trappola antizanzare che un repellente antizanzare, così come proponiamo nella nostra sezione "Kit completi": in tal modo garantiamo risultati vicino al 100%.
In questo modo infatti avrete la possibilità di combattere le zanzare su più fronti, che è sicuramente più efficace che affidarsi ad un solo sistema.

26/06/2014 Home, Prevenzione, Trappole 2062
Continua con gli acquisti Confronti prodotti